©2019 by Human Context

Insonnia e disturbi del sonno

Per disturbi del sonno si intendono un insieme di disturbi, fra cui il più diffuso è l'insonnia, che possono riguardare non solo la quantità di tempo che si riesce a dedicare al sonno ma anche la sua qualità, con delle conseguenze negative per lo svolgimento delle attività diurne. L'individuo che soffre di insonnia ha difficoltà ad addormentarsi, a mantenere il sonno e la tendenza a risvegliarsi precocemente il mattino con conseguente difficoltà a riaddormentarsi. L'alterazione del sonno impatta negativamente sulla vita quotidiana della persona con marcate preoccupazioni relative al sonno, faticabilità, irritabilità, alterazioni dell'umore, diminuzione della concentrazione e sintomi somatici (es. mal di testa, fastidi gastrointestinali). Si possono individuare specifici fattori di tipo cognitivo (preoccupazioni legate alla difficoltà di dormire e alle sue conseguenze), emotivo (ansia e paura evocata dalle credenze disfunzionali sul sonno e sul bisogno di dormire) e comportamentale (comportamenti controproducenti rivolti a contrastare l'insonnia) che interagiscono tra di loro mantenendo il problema. L'insonnia può essere di tipo situazionale, persistente o ricorrente.

La Terapia Cognitivo-Comportamentale può aiutare l'individuo con insonnia attraverso specifici interventi di natura cognitiva e comportamentale.

Altre problematiche trattate